Un amore improvviso

 

Te ne esci con atto cortese

alle cascate del tuo fiume

dietro i miei bicchieri

 

Ed io canto lettere ignote

a note acute di queste notti fredde

e poi mangio pensiero di un santo

per non cadere dai tuoi sgomenti

 

Un amore improvviso che non mi fa paura

ma ciò che ci separa è solo un campo

ti pioverei dentro acqua sulle mie labbra

e aspetto come chi non ha più tempo

 

Qui ti fermi a pochi respiri

e resti immobile a guardare

la crosta delle cose

 

Come un uomo da tutte le parti

ti sento tanto più di dentro

e non chiedo niente

 

Così canto conosco il peggio

a grida acute è ancora una battaglia

poi mi stendo e volo più in alto

delle frontiere di questa mia ragione

 

Un amore improvviso che non mi fa paura

ma ciò che ci separa è solo un campo

ti pioverei dentro non siamo che angeli

e resti come resto anch’io

 

Un amore improvviso che non mi fa paura

e guarda me e guarda noi

un amore improvviso…

un amore improvviso…